COME ANNODARE IL NODO ALLA CRAVATTA, ECCO I SEGRETI DI STILE DANDY CHE UN VERO GENTLEMAN DEVE CONOSCERE !

Una delle caratteristiche del futuro primo ministro austriaco, Sebastian Kurz, è il fatto che non indossi la cravatta. 

Il Dandy lo sa e alla domanda : La cravatta passerà mai di moda? Risponde assolutamente NO.

Gli esperti di stile di Cleofe Finati allora ci spiegano in questa rubrica e in ben 3 lingue come il «fazzoletto da collo» sia riuscito ad adattarsi alle mode di ogni secolo e continua a trasformarsi, diventando un accessorio di culto nella moda uomo in grado di rendere un uomo …. Un vero dandy e gentleman…

Nel tempo simbolo della raffinatezza della moda uomo e irrinunciabile nella cerimonia uomo e must have per sposi e dandy che desiderano regalare un tocco raffinato anche ad un look casual ha un’origine particolare, quasi macabra. Gli uomini preistorici appendevano al collo i testicoli disseccati dei nemici uccisi in battaglia. Forse da ciò, deriva l’inconscia fascinazione maschile per la cravatta, così come l’attrazione che esercita sulle donne…

Cleofe Finati vi racconterà che il 18 ottobre è il Cravatta Day e che in tanti vogliono essere i papà di questo accessorio di grande eleganza nella moda uomo per un dandy e per il mondo della cerimonia uomo e sposo!

E non sono i croati i papà di questo accessorio fashionissimo. I nostri esperti di stile hanno ricercato e hanno scoperto che Cesare Vecellio ha pubblicato nel 1590 a Venezia un manuale di stile dedicato a tutti i costumi del mondo e gà usava la parola “cravatta.” E ancor prima di Vecellio, Eustache Deschamps (1346-1406) scrisse una ballata intitolata “Faite restraindre sa cravate” ovvero riannodate la sua cravatta.

I nostri esperti di stile vi sveleranno tutto di questo accessorio della moda uomo indossato a corte, durante il regno di Luigi XIV nel 1700 circa, dove i dandy e ricchi dell’epoca sfoggiavano un pezzo di stoffa annodata al collo, esprimendone così la propria eleganza. La moda si diffonde in tutta Europa, gli uomini subiscono il fascino della cravatta, facendole cambiare forma e aspetto col passare degli anni.

A partire dal diciannovesimo secolo la cravatta assume le sembianze che siamo abituati a vedere, ovvero lunga e stretta e tagliata in diagonale, composta da tre pezzi. Milioni di uomini nel mondo portano la cravatta. Tutti sono accomunati dal gesto compiuto nel momento in cui la annodano, e nello stesso istante sono soli di fronte alla scelta di quale indossare. Un bel rebus mattutino per chi le indossa per lavoro o per il tempo libero. 

Quindi come scegliere la cravatta perfetta da indossare ogni giorno?

Come acquistare una cravatta?

Che sia per abbinarlo ad un abito da cerimonia o un look dandy, Le dimensioni della cravatta perfetta contano!

Per un uomo di media statura (circa 180 cm) si deve scegliere una cravatta lunga dai 145 ai 150 cm. La larghezza nella parte più grande deve essere dai 7,5 ai 9 cm. Questa caratteristica è molto importante, poiché la lunghezza della cravatta determina indirettamente la dimensione del nodo.

E anche le strutture e le lavorazioni sono importantissime!

Scegliete sempre un made in italy!

La maggior parte delle cravatte sono foderate, internamente presentano uno strato di tessuto neutro, che serve a dare consistenza alla cravatta e al nodo che ne verrà fuori. Vengono poi piegate su se stesse in 3 parti e cucite sul retro. Le cravatte più e pregiate sono realizzate in seta, senza fodera, con lavorazioni artigianali dove il tessuto viene piegato su se stesso tre, cinque, sei, sette fino a nove volte. Non perdete di vederne una in diretta! E in 3 lingue!

Per non sbagliare mai la vostra scelta!

La scelta del tessuto è per Cleofe Finati e i nostri esperti di stile una filosofia made in Italy 100% da 30 anni. Sempre e solo hanno scelto le tessiture del comasco e del biellese, dove troviamo fornitori di pregiatissime lane e cashmere, tessuti prettamente invernali.

E infine il nostro maestro di stile ci mostrerà: il dettaglio più importante

Il nodo!

Che sia un manager moderno, che sia un Dandy, chi indossa la cravatta lo deve fare con l’arroganza di sapere cosa sta facendo. 

Deve essere perfetto, aderire completamente al colletto. Non deve lasciar intravedere i bottoni della camicia. Utilizziamo il nodo Four-in-hand, forse il nodo più semplice ma sempre efficace con tutti i tipi di colletti. 

Un tocco di stile che ci invidieranno tutti.

Aspettiamo dunque … i vostri nodi e i nostri esperti di stile … sanno che ne esistono almeno 85! Qual è il vostro?

Scriveteci nella lingua che parlate e mandateci il vostro nodo.