Un tocco di fascino in più?
Ve lo do io con questo articolo…pensate a qualcosa di colorato, qualcosa di un po’ stravagante, qualcosa che tutti, volendo, sono capaci di indossare con stile.
Signori e signore, stiamo parlando di un must intramontabile: il papillon; una storia, una leggenda!
Il papillon nasce alla fine dell’ ottocento, ispiratosi ai fazzoletti che indossavano al collo i mercenari croati durante la guerra dei trent’anni, successivamente diventò un simbolo di moda maschile in Francia e in molti paesi europei.
In Italia venne per primo attribuito ai futuristi, ai comunisti e ai rivoluzionari.

IMG-20160204-WA0100-2_Fotor

Sarà il dandy a riprendere il concetto di cravatta-papillon attorno al XIX secolo che poi verrà definito Asscot.
Attorno al 900 il papillon bianco verrà abbinato all’elegante Frac nero dando così nascita allo Smoking; quest’ ultimo farà del farfallino un accessorio cult e sofisticato.

20160205_141826_resized-9

Anche in Italia divenne poi sinonimo di raffinatezza e stile nelle corti borghesi grazie a Pierre lorillard IV (magnate del tabacco) che lanciò la moda dello Smoking abbinato al papillon nero dando così vita alla vera signorilità.

12670156_965474010214148_5591954470030762937_n_Fotor

Così partendo da un semplice “foulard” si arriva ai giorni d’oggi a papillon che, indossato per un look sofisticato o per uno più casual, dona sempre raffinatezza e buon gusto.

di Helena Finati